Chiari, siringomielia, Covid e vaccini: la posizione ufficiale degli specialisti

(Aggiornato al 4/6/2021)

In relazione alle tante domande dei pazienti di Chiari e siringomielia su Covid e vaccini, gli specialisti del Consorzio Interregionale Siringomielia-Sindrome di Chiari hanno preparato un apposito documento (Position Paper) che è stato condiviso con le Società scientifiche SIN e SINCH e con Aismac:COVID 19 E VACCINAZIONE: RACCOMANDAZIONI PER I PAZIENTI CON SINDROME DI CHIARI E SIRINGOMIELIA”.

In allegato il testo integrale del documento.

In sintesi, con riferimento alle Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 – revisione al 10 marzo a cura di Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Agenas, AIFA, e premesso che la Malformazione di Chiari e la Siringomielia non sono inserite fra le patologie con la massima priorità (vedi Documento redatto dal Tavolo interregionale Malattie Rare del 15/03/2021 che identifica i codici R di malattia rara corrispondenti alle Indicazioni Ministeriali), gli specialisti del Consorzio ritengono che:

  • i pazienti di Chiari e Siringomielia con grave disabilità e/o concomitanti difficoltà respiratorie che necessitano di ossigeno-terapia devono essere considerate PERSONE ESTREMAMENTE VULNERABILI (categoria di priorità 1)
  • i pazienti di Chiari e Siringomielia con disabilità lieve-moderata hanno indicazione di priorità in quanto
    persone con aumentato rischio clinico se infettate da COVID-19: devono quindi essere considerate PERSONE VULNERABILI  (categoria di priorità 4).